Attualità

Oggi non è il giorno della Memoria

Oggi non è il giorno della Memoria.

 

Oggi è il giorno in cui ci ricordiamo di dover ricordare. Di dover rimembrare fin dove sia arrivato l’odio dell’uomo, a quali disumane azioni esso sia capace di condurlo.

 

Oggi ricordiamo tutti coloro che sono morti ad Auschwitz e negli altri campi di concentramento. Tutti coloro che sono state vittime della Shoah. Dell’incomprensibile ideologia di alcuni uomini secondo cui le minoranze non vanno rispettate, bensì direttamente annientate.

 

Ricordiamo che non solo gli ebrei, ma anche gli omosessuali, gli zingari, i testimoni di Geova, i malati di mente, i portatori di handicap, chiunque fosse “diverso” rispetto ad una razza erroneamente ritenuta superiore, ammesso che sia possibile stilare una classifica razziale.

 

Ma limitarsi a ricordare solo il 27 gennaio è un po’ da ipocriti.

 

Non dimentichiamo a cosa può portare l’intolleranza dell’uomo. Non dimentichiamolo quando vediamo degli zingari o dei barboni per strada. Non dimentichiamolo quando alcuni politici, o anche semplici cittadini, imprecano contro gli omosessuali. O contro gli immigrati. O contro i Rom. Ricordiamo a cosa può condurre l’esasperazione della contrapposizione, da quella politica a quella sportiva.

 

Oggi non è la giornata della memoria. Lo è stato ieri e l’altro ieri. Lo sarà domani e dopodomani.

Il giorno della Memoria deve essere ogni giorno.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ultimi Tweet