Vita vissuta

Non avere risposte

punto-di-domandaMa che ne so, che ne so. Cosa vuoi che ne sappia? Che poi, non è che io possa avere sempre una risposta a tutto. Come se poi bastasse averne anche solo una. Come se poi avere risposte fosse cosa buona.

Avere risposte ci rinchiude nelle nostre certezze. Ci limita nelle nostre conoscenze. Ci redime dalla paura di ogni dubbio. Ci preclude ogni altra verità. Avere risposte, paradossalmente, ci rende ignoranti e arroganti.

Non avere risposte, al contrario, ci apre la mente. Spinge alla ricerca, all’indagine. Induce alla riflessione, all’introspezione, alla conoscenza di sé. Ci apre scenari che prima neanche immaginavamo. Rende liberi dal pregiudizio. Vergini nel giudizio.
Ecco la precarietà, la flessibilità positiva dell’esistenza.
Ecco, dovremmo sempre essere dei veri professionisti del dubbio.
In costante ricerca non della risposta ma della vera domanda che ci pone la vita.
Come, scusa? Quale sarebbe questa domanda?
Ma che ne so, che ne so, cosa vuoi che ne sappia.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ultimi Tweet